PM STUDIO TECNICO

LA MARCATURA CE

CE
LA MARCATURA CE, NELL’UNIONE EUROPEA

La Marcatura CE è la dichiarazione obbligatoria, rilasciata dal fabbricante di un prodotto regolamentato nell’Unione Europea, che il prodotto è conforme ai requisiti di sicurezza previsti dalle direttive applicabili. Il marchio CE è un contrassegno stampato sui prodotti immessi sul mercato comunitario, e significa che tali prodotti sono conformi ai requisiti essenziali di sicurezza di una direttiva “Nuovo approccio”.
Per tale obiettivo, fondamentali sono le Direttive comunitarie, che, dopo la Risoluzione del Consiglio Europeo del 7 maggio 1985, hanno modificato radicalmente la regolamentazione ed il controllo del mercato interno, con strumenti originali ed innovativi.
Tali Direttive, riguardano sia le categorie di prodotti di uso professionale ed industriale, sia i prodotti destinati ai consumatori finali (es. prodotti elettrici, giocattoli …..), sono dette del “Nuovo Approccio”.
Una caratteristica rilevante di tali direttive consiste nella possibilità per il fabbricante di utilizzare le norme tecniche armonizzate per soddisfare la garanzia di una produzione rispondente ai requisiti essenziali di sicurezza e quindi, per apporre legittimamente la marcatura CE sul prodotto.

DEFINIZIONI DELLA MARCATURA CE, IN USO A LIVELLO COMUNITARIO

Unione Europea (UE): organizzazione di Paesi Europei, cui aderisce l’Italia, fondata come CEE (Comunità Economica Europea) nel 1957 e definita nell’attuale struttura e finalità con il Trattato di Maastricht del 1993.
La UE si prefigge, tra l’altro, di “promuovere un progresso economico e sociale equilibrato”, mediante uno spazio senza frontiere interne, il rafforzamento della coesione economica e sociale e l’instaurazione di una unione economica e monetaria.
Direttiva: norma giuridica emanata dalle Istituzioni comunitarie: Consiglio e Parlamento.
Le Direttive in genere non sono direttamente applicabili, ma devono essere trasposte da apposite disposizioni legislative di recepimento a livello nazionale.
Tali disposizioni introducono anche la parte sanzionatoria, che non è presente nel testo della Direttiva.
Norme tecniche armonizzate: sono norme che definiscono le caratteristiche di sicurezza dei prodotti e le prove di verifica relative.
Sono elaborate dagli Organismi di normazione europei:

  • CENELEC per i prodotti del comparto elettrico/elettronico,
  • ETSI per i prodotti nel settore delle telecomunicazioni,
  • CEN per i prodotti degli altri settori.
Leggere  Nuova Sabatini

Sono dette norme “armonizzate”, quando i riferimenti sono pubblicati sulla GU della Comunità Europea (GUCE).
Produttore-Fabbricante: soggetto fisico o giuridico che professionalmente intraprende una attività economica consistente nella organizzazione di impresa finalizzata all’offerta di prodotti.
Importatore: soggetto fisico o giuridico che effettua la prima immissione di un prodotto proveniente da un Paese terzo nel mercato comunitario.
Importazione: attività economica consistente nella introduzione nel mercato comunitario di merci provenienti da Paesi terzi.
Non si parla mai di importazione nel passaggio di un prodotto da un Paese all’altro nell’ambito dell’UE.
Paese terzo: Paese non facente parte dell’Unione Europea.
Imballaggio: recipiente, supporto o qualsiasi altro tipo di involucro in cui il prodotto è contenuto ed utilizzato per presentare e proteggere il prodotto stesso, recante, talvolta, anche informazioni sulle sue caratteristiche.

LA MARCATURA CE, ALCUNE RISPOSTE

Che cos’è la marcatura CE?
E’ l’indicazione di conformità del prodotto ai requisiti essenziali di sicurezza previsti da una o più Direttive comunitarie applicabili al prodotto stesso.
La marcatura CE è un marchio di qualità o di origine?
No, né di qualità né di origine e non significa “Made in Europa”.
Essa è esclusivamente la dichiarazione che sono stati rispettati i requisiti essenziali di sicurezza previsti dalla/e direttiva/e comunitaria/e applicabile/i.
Quale forma deve avere la marcatura CE?
La forma indicata di seguito: Se a causa delle dimensioni del prodotto è necessario che la marcatura venga rimpicciolita (comunque non sotto i cinque millimetri) o ingrandita, occorre in ogni caso rispettarne le proporzioni.

Simbolo CE

Quando deve essere apposta la marcatura CE?
Prima che il prodotto sia immesso sul mercato, salvo il caso che direttive specifiche non dispongano altrimenti.
Dove deve essere apposta la marcatura CE?
Sul prodotto. Nel caso ciò non fosse possibile, trattandosi di prodotto di dimensioni troppo piccole, sull’eventuale imballaggio e sull’eventuale documentazione di accompagnamento.
Chi deve apporre la marcatura CE?
Il fabbricante, se risiede nella Unione Europea, altrimenti un suo rappresentante, da lui autorizzato, stabilito nella UE.
In mancanza anche di quest’ultimo, la responsabilità della marcatura CE ricade sul soggetto che effettua la prima immissione del prodotto nel mercato comunitario.

Leggere  Nuovo digitale terrestre il passaggio al DVB T2

Tutti i prodotti devono avere la marcatura CE?
No, soltanto quelli che ricadono sotto le Direttive comunitarie cosiddette del “Nuovo approccio” (es. giocattoli, tutti i prodotti elettrici, apparecchi a gas o a pressione ……).
I componenti dei prodotti devono anch’essi avere la marcatura CE?
No, se la commercializzazione avviene tra utilizzatori professionali, cioè se detti componenti sono assemblati in prodotti più complessi e non più utilizzabili separatamente.
Si, se sono disponibili sul mercato agli utilizzatori finali come, ad esempio, parti di ricambio.
Quali sono gli obblighi del fabbricante?
Immettere sul mercato solo prodotti sicuri e conformi ai requisiti contemplati dalle Direttive sotto cui il prodotto ricade, in particolare i requisiti di sicurezza.
Quale documentazione deve preparare il fabbricante?
Il fabbricante è tenuto a redigere una “Dichiarazione CE di Conformità”, in cui indica la/e Direttiva/e applicata/e e le norme tecniche utilizzate; deve inoltre predisporre e custodire un “Fascicolo Tecnico” descrittivo delle caratteristiche tecniche del prodotto e delle prove da lui effettuate comprovanti la sicurezza del prodotto stesso.
Tale documentazione deve essere disponibile a richiesta delle Autorità competenti a sorvegliare il mercato.

Che cos’è un organismo notificato (ON)?
E’ un istituto tecnico riconosciuto dalle Autorità Competenti di uno Stato Membro della UE e notificato alla Commissione europea.
L’Organismo, sulla base di prove di laboratorio, accerta la conformità dei prodotti ai requisiti essenziali di sicurezza prescritti dalla/e Direttiva/e che li riguardano.

Il consumatore, a chi può rivolgersi per segnalare un prodotto privo della marcatura CE? Ovvero una marcatura CE palesemente contraffatta?
Può inoltrare una segnalazione ai Ministeri competenti per materia (es. al Ministero delle Attività Produttive per giocattoli o materiale elettrico; es. al Ministero della Salute per lenti a contatto correttive, occhiali da vista); inoltre può rivolgersi, per consigli ed assistenza ad una associazione a tutela dei consumatori.

Condividilo con i tuoi amici e con chi pensi possa trovarlo utile. Scrivici alla pagina dedicata che trovi cliccando su questo Link.

Fonte_ Ministero delle Attività Produttive

Condividi

Vuoi altre informazioni?

Se vuoi richiedere un preventivo personalizzato o desideri avere dettagli aggiuntivi, scrivici ora e sarai ricontattato in breve tempo
E-mail Form di contatto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: