Bonus ristrutturazione 50%

DETRAZIONE 50%

Detrazione fiscale al 50%

Fino al 31 dicembre 2022  si può usufruire della detrazione e/o incentivo “Bonus ristrutturazioni edilizie”. La detrazione fiscale del 50% fino a una spesa massima di € 96.000,00 per ogni singola unità immobiliare. Tale detrazione riguarda una serie d’interventi, tra cui: la manutenzione ordinaria (ma solo sulle parti a uso comune degli edifici) e straordinaria, il restauro e il risanamento conservativo, lavori finalizzati a ottenere risparmi energetici, l’installazione di fonti rinnovabili (tra cui impianti fotovoltaici e di accumulo), bonifica coperture in eternit.

Tra i lavori ammessi a godere della detrazione Irpef al 50% l’Agenzia delle Entrate (AdE) elenca nella sua guida AdE, anche gli interventi effettuati per il conseguimento di risparmi energetici, con particolare riguardo all’installazione di impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili d’energia.

Rientrano tra i lavori agevolabili, l’installazione di un impianto FV o di accumulo per la produzione di energia elettrica, in quanto basato sull’impiego della fonte solare.

Per usufruire della detrazione è comunque necessario che l’impianto sia installato e dimensionato per far fronte ai bisogni energetici dell’abitazione, ossia per usi domestici, illuminazione, alimentazione degli apparecchi elettrici, ecc., e che lo stesso FV sia posto direttamente al servizio dell’abitazione.  Questi interventi possono essere realizzati anche in assenza di opere edilizie, acquisendo idonea documentazione che attesti il conseguimento dei risparmi energetici in applicazione alla normativa vigente in materia.

La documentazione necessaria: è sufficiente conservare la documentazione comprovante l’avvenuto acquisto e installazione dell’impianto FV a servizio dell’edificio residenziale, mentre non è necessaria una specifica attestazione dell’entità del risparmio energetico derivante dall’installazione dell’impianto FV o di accumulo.

Come Pagare

E’ necessario utilizzare un bonifico bancario parlante, dove dovranno essere indicati i seguenti dati:

  • Causale del versamento: “Bonifico relativo a lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’articolo 16-bis del TUIR”;
  • Codice fiscale del beneficiario della detrazione;
  • Partita IVA o codice fiscale del beneficiario del pagamento.

 

 

 

 

Fonte aeg

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy