PM STUDIO TECNICO
  • Home
  • News
  • Blog
  • Ricarica dei veicoli elettrici, nuove agevolazioni

Ricarica dei veicoli elettrici, nuove agevolazioni

Ricarica auto elettriche

AVVIO DELLA SPERIMENTAZIONE PER FACILITARE LA RICARICA NELLE FASCE ORARIE NOTTURNE E FESTIVE

Dal 3 maggio 2021 sarà possibile presentare la richiesta di ammissione a ricaricare il proprio veicolo elettrico, di notte, di domenica e negli altri giorni festivi, in luoghi non accessibili al pubblico, senza dover richiedere un aumento di potenza al proprio fornitore di energia.

È online sul sito del Gestore dei servizi energetici S.p.A (GSE) la pagina dedicata al nuovo servizio “Ricarica veicoli elettrici“, correlato alla sperimentazione prevista dalla Delibera 541/2020 dell’ARERA “Ricarica dei veicoli elettrici in luoghi non accessibili al pubblico: avvio di una sperimentazione finalizzata a facilitare la ricarica nelle fasce orarie notturne e festive”.

L’iniziativa, finalizzata a promuovere la diversificazione dei carburanti e una mobilità più sostenibile e a minor impatto di CO2 in atmosfera, agevola la possibilità di impiego delle forniture di energia elettrica esistenti in ambito privato per la ricarica di veicoli elettrici, prevedendo che alla sperimentazione (3 maggio 2021 – 30 aprile 2023) possano accedere le utenze connesse in bassa tensione con potenza impegnata non inferiore a 2 kWh e non superiore a 4,5 kWh e dotate di misuratore elettronico telegestito, cui sia connesso un sistema di ricarica per veicoli elettrici.

Nello specifico, dal 1° luglio 2021 al 31 dicembre 2023, gli interessati potranno ricaricare il proprio veicolo elettrico grazie alla possibilità di avere un aumento gratuito della potenza massima prelevabile nella fascia F3, senza dover richiedere un aumento di potenza al proprio fornitore di energia. Possono accedere alla sperimentazione gli utenti che hanno un contratto di fornitura di energia elettrica attivo con le seguenti tipologie di utenza: Clienti Domestici e Non Domestici (Altri usi).

Leggere  Predisposizione degli edifici alla banda ultralarga in fibra ottica.

La potenza impegnata deve essere non inferiore a 2kW e non superiore a 4,5 kW. La connessione deve essere in bassa tensione (BT) ovvero con tensione di fornitura non superiore a 1.000 V.

Il gruppo di misura installato, a cui è allacciato il dispositivo di ricarica, deve essere elettronico telegestito, di prima o di seconda generazione, e il dispositivo di ricarica sia in grado di misurare e registrare la potenza attiva di ricarica del veicolo elettrico e trasmettere tale misura a un soggetto esterno designato dall’utente e di ricevere ed attuare comandi assegnati da tali soggetti.

Le richieste di ammissione potranno essere presentate al GSE a partire dal 3 maggio 2021 e fino al 30 aprile 2023, dai clienti che rispettano i requisiti previsti dalla delibera relativi al contratto di fornitura di energia elettrica e alla tipologia di dispositivo di ricarica, compilando il form elettronico nell’apposita sezione dell’Area Clienti.

Nel sito del GSE è possibile scaricare sia la Guida operativa che il Fac-simile del modulo della domanda di ammissione.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici e con chi pensi possa trovarlo utile. Scrivici alla pagina dedicata che trovi cliccando su questo Link.

 

 

Fonte: regionieambiente

Condividi

Vuoi altre informazioni?

Se vuoi richiedere un preventivo personalizzato o desideri avere dettagli aggiuntivi, scrivici ora e sarai ricontattato in breve tempo
E-mail Form di contatto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: